BEFFA 80 EURO, ORA LO STATO LI RIVUOLE INDIETRO DAGLI ITALIANI DIVENTATI PIU' POVERI...

Un lavoratore ogni 8 tra coloro che hanno ottenuto il bonus da 80 euro quest'anno dovrà restituirlo.
Condividi questa news e guadagna. Diventa un Social Blaster!


Renzi e i suoi 80 euro in una finta banconota



Più di un milione di italiani ha ricevuto ilbonus 80 euro di Renzi ma ora dovrà restituirlo. Sono questi i dati che provengono dai calcoli del dipartimento delle Finanze in seguito all'invio dei 730 precompilati avvenuto in questi giorni, dopo i riconteggi effettuati dai ragioneri del Ministero dell'Economia incrociati con i dati Inps ricevuti nel 2015. E così si scopre che, ancora una volta, lo Stato con una mano dà e con l'altra toglie, e stavolta lo fa alla luce del sole.
Chi deve restituire il bonus 80 euro

Il bonus 80 euro di Renzi era destinato, come lui stesso aveva ammesso, non ad aiutare i più poveri, ma alla classe media. Il bonus veniva richiesto dai datori di lavoro per i propri dipendenti che, all'interno dell'anno fiscale 2015, avrebbero guadagnato tra gli 8 mila e i 26 mila euro. Così nell'anno sono stati erogati 11,6 milioni di bonus per un totale di circa 6 miliardi di euro. Peccato che chi alla fine dell'anno, rifacendo i conti, si è ritrovato a guadagnare un po' meno di ottomila euro, o più di 26 mila, non aveva diritto all'assegno e dunque ora dovràrestituirlo.


Per chi percepisce più di 26 mila euro probabilmente non sarà un problema, ma come la mettiamo con chi magari è disoccupato o guadagna talmente poco da non superare gli ottomila euro all'anno? Secondo gli ultimi dati sono 341 mila le persone che lo scorso anno hanno fatto richiesta del bonus 80 euro sperando di rientrare nel range, ma non ce l'hanno fatta perché hanno guadagnato troppo poco. La rabbia è doppia: oltre a dover restituire i soldi percepiti illecitamente, dovranno farlo anche in un'unica soluzione.

Lo Stato, infatti, quando eroga il bonus, lo fa 80 euro al mese; quando però lo richiede indietro, non lo richiede con 80 euro al mese, ma tutto insieme. È facile intuire che le persone che non raggiungono tale soglia di reddito non hanno idea di dove prendere 960 euro (o cifre inferiori se il bonus è stato erogato per un numero inferiore di mesi). E questo disagio non si verifica solo il primo anno, giusto per un periodo di assestamento, in quanto per come è stata fatta la legge ogni anno si conteranno centinaia di migliaia di lavoratori che, sperando di allentare un po' la cinghia, si ritroveranno alla fine col dover rimborsare un Fisco che non li tutela.  FONTE

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...