LIBRI SCOLASTICI - Se tutti i docenti fossero onesti, i libri di testo costerebbero la metà, come avviene nei paesi civili.

Non lamentiamoci se poi dall'estero dicono che siamo un paese di mafiosi e corrotti.L'esempio piu' eclatante e' quello dei libri scolastici che vengono adottati nelle scuole.Un meccanismo ben oleato ed organizzato da editori, rappresentanti presidi

e insegnanti tutti collusi, una vera e propria associazione a delinquere legalizzata!Infatti ogni anno vengono adottati a rotazione libri di testo di diverse case editrici,in modo che gli studenti dell'anno successivo non potranno mai acquistare quelli usati dell'anno precedente.Ed in piu' quando un anno decidono di adottare gli stessi libri,guarda caso gli insegnati continuano a far studiare i propri alunni con i libri dell'anno precedente precludendo quindi la vendita dell'usato nei mesi di settembre ed ottobre agli studenti delle classi inferiori che saranno costretti ad acquistarli nuovi sotto pressione degli stessi.

Ecco la testimonianza di un libraio

Il meccanismo lo conoscono tutti i genitori, tutti gli alunni. Solo gli 
insegnanti, guarda caso non lo conoscono.
Fatto sta che se tutti i docenti fossero onesti, i libri di testo 
costerebbeno la metà, come avviene nei paesi civili, dove la lettura è un 
diritto garantito a tutti, e proprio per questo i libri stranieri costano di 
meno.
Le case editrici stanziano il 20 % del costo di copertina di un libro di 
testo per la propaganda, che grazie a dio non va nelle TV spazzatura, ma va 
nelle tasche di alcuni colleghi, che guarda caso oltre al giusto stipendio, 
si prendono altri 30.000 euro lordi l'anno per i progetti dell'aria fritta 
e il 20 % del prezzo di copertina del totale dei libri venduti.

Infatti l'adozione del libro non viene fatta dal singolo docente che 
insegnerà quella disciplina; un meccanismo onesto dovrebbe prevedere 
l'assegnazione delle cattedre ai docenti entro il mese di marzo, onde 
consentire le adozioni per le proprie classi entro il mese di maggio 
dell'anno precedente.
Ma le cattedre vengono assegnate a settembre dell'anno scolastico 
successivo, quando ormai le adozioni sono state fatte, i libri sono stati 
stampati e venduti ai librai.
Sono le condizioni mafiose, ideate dai ministri della sinistra istruzione, 
che invece di dormire nelle pubbliche galere, fanno parte del Consiglio 
Superiore della Magistratura, sì proprio quello che perseguita il Berlusca.
Dicevo, a maggio è il collegio dei docenti che decide le adozioni.
E chi sarebbe questo collegio dei docenti?
E' composto da un Dirigente scolastico, da 5 lecchini docenti che 
usufruiscono dei progetti, dividendo in cinque parti uguali la somma annua 
di 500.000 Euro, tolto il 20 % che spetta al Dirigente; poi prendono il 20 % 
dei libri di testo; poi, il loro amico docente sindacalistica, pubblica un 
articolo sui giornali e le TV, dicendo che la scuola non ha i soldi per 
comprare i detersivi e la cancelleria.
Cioè una scuola, tolti gli stipendi pagati dal tesoro, tolto il costo di 
costruzione e gestione degli edifici scolastici, a spese del comune per la 
scuola primaria e della provincia per la scuola secondaria, riceve ogni anno 
800.000 Euro tra progetti dell'aria fritta e fondo di istituto, e poi, 
siccome nessuno ha fatto un progetto per la carta igienica, si sta a 
sbandierare a tutti che mancano i soldi per la carta igienica e le 
supplenze?
Dicevo del collegio dei docenti.
Per caso nell'aula, o molto spesso in un corridoio scolastico, sono presenti 
anche 150 docenti, distanti anche 50 metri, che non sono mai stati informati 
né riusciranno mai a capire come mai il testo adottato è quello con la 
copertina rossa.
Infatti, non avendo mai letto un libro di matematica, non conoscono né 
l'autore, né il titolo, né la casa editrice, né tanto meno il prezzo.
Ma il rappresentante della casa editrice, quello sì che lo conoscono bene; 
ha una barca grandissima ancorata nel vicino porto, ed anche quella la 
conoscono bene; anche le borse in pelle le conoscono molto bene; anche le 
intere enciclopedie di 20 volumi le conoscono molto bene.
Nulla in confrono a quanto riceve un comune medico della mutua.
In fondo gli insegnanti sono nati poveri; il marcio negli altri ministeri 
supera di molto il marcio della povera scuola statale.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...