Il governo ha chiuso ippocrate.org. La loro colpa? Aver curato con terapie alternative 60 mila pazienti


Chiude la piattaforma
ippocrateorg.org/

Ippocrate è un associazione di medici che, come il "comitato cure domiciliari precoci", ha come intento quello di curare i pazienti affetti dalla covid-19. Dall'inizio della diffusione del virus, infatti, alcuni medici di medicina generale e non hanno messo in atto un protocollo di cura in scienza e coscienza (per citare il giuramento di Ippocrate). Tale azione terapeutica consiste nel curare precocemente la malattia con farmaci noti (appena compaiono i primi sintomi o appena si ha l'esito del tampone) per evitare l'insorgere delle complicazioni. Entrambe le associazioni di medici citate affermano di aver ottenuto, e di ottenere tutt'ora, ottimi risultati: la stragrande maggioranza delle persone curate precocemente con il loro protocollo, infatti, sarebbe guarita senza complicazioni, e senza quindi finire in terapia intensiva.
Ad oggi il protocollo ufficiale di cura è il famoso "tachipirina e vigile attesa", questi medici però vogliono essere liberi di poter mettere in atto azioni terapeutiche basate sulla loro competenza e, soprattutto, sulle evidenze cliniche date dai loro pazienti guariti.
E' stato portato a termine uno studio sul protocollo di cura di questi medici la cui conclusione, però, è tutt'altro che esaustiva. Da tale ricerca si evince solo che la maggior parte dei pazienti che hanno già sviluppato i sintomi gravi non migliora con queste cure. Ma il punto è proprio questo: il protocollo funziona se utilizzato precocemente, per evitare i sintomi gravi e non per curarli.
Il 1 dicembre 2021 il portavoce di Ippocrate ci comunica, con questo video, che la loro piattaforma on-line, che offre la possibilità di essere seguiti da uno dei medici del gruppo in caso di infezione da Sars-Cov-2, chiuderà almeno fino a gennaio. Questo perchè la maggior parte dei medici dell'associazione si trovano ora sospesi ed impossibilitati a praticare la professione in quanto non vaccinati.



Nessun commento:

Post più popolari