Fuori dall’ Euro la Germania crolla (e l’Italia vola).Questa è la verità! Theo Waigel

Fuori dall’ Euro la Germania crolla (e l’Italia vola).A dirlo e l’ex ministro delle finanze tedesco Theo Waigel.L’Euro conviene solo ai tedeschi,
ecco perchè ci siamo dentro, e perchè la Merkel farà di tutto per non farci uscire, per non far cadere l’Euro. Siamo tutti ostaggio della Germania…




Theo Waigel è stato per dieci anni Ministro delle Finanze di Helmut Kohl. Il 21 giugno scorso ha rilasciato un’intervista a T-Online. Questo è un frammento delle sue dichiarazioni.


Intervistatore: “I sondaggi sull’uscita dalla UE mostrano che se si chiedesse ai francesi e ad altri, vincerebbe chi vuole uscire, con uno scarto minimo. Secondo lei da dove viene questa disaffezione per l’UE?”


Theo Waigel: “Al grado di sviluppo della globalizzazione e dei mercati aperti cui siamo arrivati – che non è più reversibile -, ci sono forze che si oppongono, sostenendo la necessità di ritornare ai confini e alle regolamentazioni nazionali, che prima funzionavano bene, per tornare ad appropriarsi delle proprie capacità decisionali“.

Intervistatore: “E cosa gli si può rispondere?”

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

Theo Waigel: Gli si può rispondere in modo del tutto chiaro quali svantaggi ne scaturirebbero. Se la Germania oggi uscisse dall’unione monetaria, allora avremmo immediatamente, il giorno dopo, un apprezzamento tra il 20% e il 30% del marco tedesco – che tornerebbe nuovamente in circolazione -. Chiunque si può immaginare che cosa significherebbe per il nostro export, per il nostro mercato del lavoro, o per il nostro bilancio federale“.

L’euro conviene alla Germania, ecco perché ci restiamo dentro. Va da sè che se il marco diventasse sconveniente, la lira diventerebbe conveniente per i mercati, per gli investitori e per i consumatori. Queste cose i commentatori nazionali non ve lo dicono. Queste notizie ai telegiornali non passano. Per chi lavora la stampa italiana? Per chi lavora la politica italiana? Per l’Italia o per Berlino? Se lavorasse per gli italiani, interviste come queste sarebbero in prima pagina su tutti i quotidiani, in luogo dello spettro dell’inflazione, e la gente inizierebbe a trarne le conclusioni.

In Germania, invece, non si fanno problemi a dirlo con chiarezza. Anche perché hanno interessi opposti. Ci fu anche un pezzo dello Spiegel Online che lo disse con altrettanta chiarezza:

« Con un’uscita dall’Euro e un taglio netto dei debiti la crisi interna italiana finirebbe di colpo. La nostra invece inizierebbe proprio allora. Una gran parte del settore bancario europeo si troverebbe a collassare immediatamente. Il debito pubblico tedesco aumenterebbe massicciamente perché si dovrebbe ricapitalizzare il settore bancario e investire ancora centinaia di miliardi per le perdite dovute al sistema dei pagamenti target 2 intraeuropei. E chi crede che non vi saranno allora dei rifiuti tra i paesi europei, non s’immagina neanche cosa possa accadere durante una crisi economica così profonda. Un’uscita dall’euro da parte dell’Italia danneggerebbe probabilmente molto più noi che non l’Italia stessa e questo indebolisce indubbiamente la posizione della Germania nelle trattative. Non riesco ad immaginarmi che in Germania a parte alcuni professori di economia statali e in pensione qualcuno possa avere un Interesse a un crollo dell’euro. »

SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

7 commenti:

Alberto Grotti ha detto...

un giorno ,quando le 2 Germanie (est ed ovest)pensavano e progettavano ad una loro Riunificazione chiesi ad Andreotti e al Ministro Franco Piga Quale era il Vero Motivo (est povero ed ovest ricco) ? Non lo Sapevano , ma lo Immaginavano : "ueber alles ". Grazie.

Roberto Rizzardi ha detto...

E' esattamente la ragione per la quale ci sottoporrebbero ad un vero e proprio bagno di sangue. Quello che dice Waigel è sostanzialmente vero, anche se qui viene riportato in forma ipersemplificata, il che in economia non è mai un buon metodo.

Questo significa che se noi avessimo una classe dirigente adeguata, soprattutto quella politica, potremmo giocarci dei bei carichi sui tavoli comunitari per ottenere quello che vogliamo, mentre invece continuiamo a calare scartine o carichi sulle briscole altrui.

In alternativa potremmo anche andarcene per i fatti nostri, ma dato che la Germania la pagherebbe cara ed è nelle condizioni di alimentare e favorire la speculazione finanziaria, in funzione bounty killer, dovremmo preparare la cosa con una serietà di cui non vi è traccia da nessuna parte, insieme ad una strategia accorta e la previa spiegazione ai diretti interessati, ossia noi, dei tempi difficili che si accompagnerebbero alla manovra, foriera però di ottimi vantaggi in una fase successiva.

Peccato che siamo in mano a peracottari venduti.

Leonardo Aiello ha detto...

Andreotti, disse che amava molto la Germania e, per questo, preferiva averne due.

Unknown ha detto...

Andiamo avanti con la moneta elettronica ,il futuro è alle porte. Dobbiamo iniziare a far capire al popolo che esiste un altro mondo di valuta

Unknown ha detto...

Andiamo avanti con la moneta elettronica ,il futuro è alle porte. Dobbiamo iniziare a far capire al popolo che esiste un altro mondo di valuta

Unknown ha detto...

Non conoscete minimamente la Germania e il suo popolo. E sul resto scrivete delle cazzate immani. Poi evitate di tirare in ballo Kohl senza parlare dei fondi neri.

manfromutopia ha detto...

L'autore dell'articolo non sa il tedesco:Theo Weigel parla della brexit e non dell'Italia,quindi aria fritta;)

Post più popolari